Giovedì 14 dicembre 2023 alle ore 18.00

 presso la Rappresentanza permanente d’Italia presso l’Unione europea

 Rue du Marteau 9, Bruxuelles

 disponibile anche in collegamento Webex

 

Ordine del giorno

 

  1.  Saluti istituzionali della Rappresentanza Permanente
  2.  Aggiornamenti dal Dipartimento della Funzione Pubblica, Consigliere Diplomatico del Ministro per la pubblica amministrazione Francesco Leone
  3.  Aggiornamento sulle attività di Clenad Italia
  4. Rinnovo del Consiglio Direttivo ai sensi del punto 8 dello Statuto
  5. AOB

      Istruzioni per il collegamento in videoconferenza:

Assemblea Generale di Clenad Italia

Organizzato da Videoconferenza RAPP UE BRUXELLES

https://maeci.webex.com/maeci/j.php?MTID=m3045a3f4a2d2077493afdc57f666cd3e

giovedì 14 dicembre 2023 18:00 | 1 ora 30 minuti | (UTC+01:00) Amsterdam, Berlino, Berna, Roma, Stoccolma, Vienna

Numero riunione: 2741 226 3743

Password: MgUPYZ8iQ39

 Accedi tramite sistema video

Chiama

Puoi anche chiamare 62.109.219.4 e immettere il numero della riunione.

 Accedi per telefono

+39-069-974-8087 Italy Toll

+39-02-3041-0440 Italy Toll 2

Codice di accesso: 274 122 63743

 

Il Clenad Italia e il Clenad France sono lieti di invitare i gli Esperti Nazionali Distaccati ad un drink pre-natalizio il giorno 5 dicembre 2023 presso il caffè Caberdouche, place de la Liberté 8 - Bruxelles, dalle 18h30 alle 20h30.

Sará un’occasione per conoscersi di persona, confrontarsi sulle recenti attività del Clenad e festeggiare insieme le prossime festività e la fine dell’anno.

Per maggiori informazioni

Si è svolta il 14 novembre la Conferenza di Mezzogiorno del Clenad Italia su un tema di grande interesse per gli END e per tutte le amministrazioni pubbliche: la nuova comunicazione della Commissione europea ComPAct che per la prima volta definisce una politica europea per le amministrazioni pubbliche nazionali.

Daniele Dotto, Vicedirettore Governance e Pubblica Amministrazione in DG REFORM della Commissione europea, ha illustrato la strategia di ComPAct articolata nei tre pilastri “competenze della pubblica amministrazione”, “capacità per il decennio digitale europeo” e “capacità di guidare la transizione verde” (in calce le presentazioni illustrate). Ha sottolineato che ComPAct è il risultato di un lungo percorso di dialogo con le PA nazionali che le recenti crisi, come la pandemia e il conflitto in Ucraina, hanno messo di fronte a sfide comuni e alla necessità di condividere soluzioni e buone pratiche. Ha inoltre sottolineato il meccanismo fortemente partecipativo che ha portato alla definizione delle 25 azioni in ComPAct, in cui la Commissione si propone di accompagnare le amministrazioni nazionali in azioni sinergiche tutte orientate a migliorare la qualità e l’efficacia dell’azione amministrativa riducendone i costi.

Tra le azioni principali volte al rafforzamento delle competenze della PA, ha menzionato il programma PACE di scambio tra funzionari pubblici, il programma di leadership della pubblica amministrazione incentrato sui dirigenti di alto livello e la creazione di una rete formativa per la PA disponibile sulla piattaforma dell'Accademia dell'UE. È stata ricordata l’attenzione particolare che ComPAct rivolge alle Regioni e agli enti locali in particolare ampliandone l’accesso agli Strumenti di Sostegno Tecnico e istituendo una giornata della pubblica amministrazione locale nel contesto della Settimana europea delle regioni e delle città.

Ha infine ricordato le azioni proposte per attrezzare la pubblica amministrazione delle competenze che le consentano di affrontare le esigenze future dettate dalla transizione verde e digitale. Le azioni saranno coordinate dalla DG REFORM in stretta collaborazione con le Direzioni generali della Commissione europea responsabili delle singole politiche e saranno sostenute dall’intervento coordinato degli Strumenti di Sostegno Tecnico e dei fondi settoriali già esistenti per le politiche digitali e verdi della Commissione europea.

Francesco Leone, Consigliere diplomatico del Ministro per la Pubblica Amministrazione, ha confermato l’impegno in prima linea del Governo italiano, tramite il Dipartimento della Funzione Pubblica, sia nella partecipazione ai lavori preparatori dei gruppi di esperti coinvolti nella definizione di ComPAct, sia nella futura attuazione della sua ambiziosa agenda.

Ha richiamato il modello partecipativo che ha portato alla definizione di ComPAct, che trova fondamento in particolare nell’articolo 197 del Trattato, il quale ha consentito di renderla strumento concreto di rafforzamento della capacità amministrativa. Ha inoltre sottolineato il rapporto circolare tra competenze e mobilità che è alla base del programma di scambio PACE, ricordando che la mobilità necessita di adeguate azioni di preparazione per massimizzarne l’efficacia.

Ha infine evidenziato che il Governo intende promuovere fin da subito tre progetti qualificanti: la creazione di un Passaporto Europeo delle Competenze che sia di incentivo alla mobilità del pubblico impiego fra istituzioni europee e Stati Membri, la costituzione di una rete di centri di eccellenza e innovazione per l’alta formazione a partire dalla SNA, e una nuova iniziativa europea per la leadership dei dirigenti apicali.

Olga Simeon, Presidente di Clenad Italia, ha salutato con soddisfazione l’ampia partecipazione in sala e da remoto non solo di END ma anche di rappresentanti delle Regioni sottolineando che la parola chiave “competenze” lega a doppio filo entrambi con ComPAct: da un lato, l’istituto del distacco è una forma di mobilità europea di competenze di alto livello della PA europea e nazionale che già esiste ed è ben collaudata; dall’altro, come sottolinea ComPAct, la competenza e quindi la qualità delle istituzioni pubbliche a livello regionale e locale è una condizione essenziale per attrarre gli investimenti ed evitare le trappole dello sviluppo.

Ha inoltre espresso grande soddisfazione nel ritrovare conferma, nella strategia di ComPAct, della scelta fatta da Clenad Italia nell’ultimo anno e mezzo di dare priorità alla valorizzazione degli Esperti Nazionali Distaccati e di rinnovare l’utilizzo dell’istituto del distacco in chiave progettuale. Ha ricordato che la valorizzazione si riferisce alle competenze che gli END portano non solo nelle istituzioni europee, in quanto esperti di specifici settori e aree, ma anche nella PA italiana quando rientrano a fine distacco portando non solo conoscenza della macchina normativa, politica e amministrativa europea, ma anche e soprattutto della cultura europea.

Ha infine ricordato due importanti recenti traguardi di Clenad Italia che confermano la coerenza dell’azione di Clenad Italia con la strategia di ComPAct:

·       Il riconoscimento istituzionale del ruolo degli END per una sempre migliore attuazione delle politiche europee: il 30 marzo 2023 Clenad Italia è stato audito dalla Commissione Politiche EU della Camera dei deputati proprio in relazione alla discussione sulla Comunicazione della Commissione europea “Applicare il diritto europeo per un’Europa dei risultati”

·       Il riconoscimento normativo della alta professionalità delle competenze degli END: lo scorso 3 agosto 2023 è stata approvata una modifica al D.Lgs. 165/2001, articolo 32, che dà la possibilità alle PA di valorizzare l’esperienza almeno biennale maturata all’estero dagli END attraverso il conferimento di incarichi dirigenziali. Questa norma è perfettamente coerente con il programma di leadership della pubblica amministrazione che leggiamo tra le azioni del primo pilastro di ComPAct, incentrato sui dirigenti di alto livello delle pubbliche amministrazioni degli Stati membri.

Conclude esprimendo fiducia che le varie amministrazioni italiane vorranno investire sempre di più in progetti di distacco per mettere a fattor comune il grande capitale professionale acquisito dagli END per modernizzare la PA in chiave europea.

Per scaricare le slides presentate, è possibile cliccare qui e qui.

Conferenza di Mezzogiorno

ComPAct, la comunicazione della Commissione sul rafforzamento dello Spazio Amministrativo Europeo

Martedì 14 novembre 2023, 12:30 – 14:00

 
presso la Commissione Europea, DG REFORM
Av. de Tervueren 41, Bruxelles (edificio BRU-MERO, piano terra)*

 

 

 

 

Saluti introduttivi

Olga Simeon, Presidente Clenad Italia

Lo Spazio Amministrativo Europeo nella nuova comunicazione ComPAct

Daniele Dotto

Vicedirettore Governance e Pubblica Amministrazione in Commissione Europea, DG REFORM

La strategia dell’Italia: i progetti in essere e quelli in cantiere

Francesco Leone

Consigliere diplomatico del Ministro per la Pubblica Amministrazione

Il ruolo degli END alla luce delle recenti riforme normative

Olga Simeon, Presidente di Clenad Italia

Domande dal pubblico

 

Per la partecipazione da remoto via webex, cliccare qui.

[Webinar number: 2741 951 9087  Webinar password: ysJYGDM*454 (97594360 from phones and video systems)] Per la partecipazione da telefono: +32-262-00867 Belgium Toll - +352-2730-0072 Luxembourg Toll  Access code: 274 195 19087

 

*La sala ha una capienza massima di 50 posti: first come, first served!

Per iscriversi, utilizzare il seguente link: https://www.eventbrite.com/e/biglietti-compact-la-comunicazione-sullo-spazio-amministrativo-europeo-in-presenza-739227087117

 

 

Il 3 agosto 2023 si è concluso con il voto del Senato l’iter legislativo di conversione del decreto-legge n. 75/2023 — il cosiddetto Decreto PA2 — che contiene norme specifiche e concrete per la valorizzazione dell'esperienza degli END. Ai sensi del nuovo testo approvato, le amministrazioni di provenienza hanno uno strumento in più per valorizzare gli END nei bandi di concorso per l’accesso alla dirigenza e nelle procedure di conferimento di incarichi dirigenziali.

Il Decreto Legge modifica l'Articolo 32 del Decreto Legislativo 165 del 2001 dedicato agli Esperti Nazionali Distaccati emendandone l'ultimo comma. Ecco il testo della modifica in grassetto: "L'esperienza maturata all'estero costituisce titolo preferenziale per l'accesso a posizioni economiche superiori o a progressioni orizzontali e verticali di carriera all'interno dell'amministrazione pubblica ed è adeguatamente valorizzata, se di durata almeno biennale, nei bandi di concorso per l’accesso alla dirigenza, nonché nelle procedure di conferimento di incarichi dirigenziali qualora attinenti con l’esperienza maturata durante il servizio prestato temporaneamente all’estero". Cliccare qui per il dossier completo e il testo licenziato dal Senato (articolo 28-ter).

Questo importante passo avanti dà corpo a una della proposte avanzate da Clenad Italia già dai primi di luglio del 2022. Siamo orgogliosi del risultato raggiunto e ringraziamo i nostri interlocutori istituzionali che hanno preso a cuore le nostre istanze. Continueremo a lavorare per aggiungere le altre tessere del mosaico che sono contenute nel Rapporto Annuale 2022-2023 (in particolare le priorità esposte nella sezione iniziale intitolata Il Clenad Italia: chi siamo)

Copie del rapporto 2022-2023 sono disponibili presso la sede della Regione Friuli Venezia Giulia a Bruxelles in rue du Commerce 49 (metro Trone). Vi preghiamo di avvisare prima di andarle a prendere – , tel. +32 2 500 8840

 

Il rapporto annuale 2022-2023 del Cleand Italia è stato presentato il 5 luglio 2023 nella sala ‘Soares’ del Parlamento europeo a Bruxelles.  La vicepresidente del Parlamento europeo, Onorevole Pina Picierno, che ha gentilmente ospitato l’evento, ha aperto i lavori con un indirizzo di saluto a cui ha fatto seguito Giuseppe Stuppia, Presidente uscente del Cleand Italia. Il Presidente Stuppia ha ringraziato i partecipanti all’evento che non sono mai stati tanto numerosi ed autorevoli in nessuna delle cerimonie di presentazione dei precedenti rapporti annuali.

L’intervento dell’Onorevole Antonio Tajani , Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, previsto in videoconferenza, è stato invece letto dall’ambasciatore Vincenzo Celeste, Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Unione europea, per sopravvenuti impegni. In esso l’Onorevole Tajani ha affermato che gli esperti nazionali distaccati sono centrali per rendere l’Italia protagonista nelle politiche europee e un valore per le amministrazioni italiane al loro rientro. L’Onorevole Tajani ha aggiunto che il governo si impegna ad  assicurare il riconoscimento effettivo del servizio prestato compreso considerare il distacco un titolo preferenziale di merito per il prosieguo della carriera.

Il Sen. Paolo Zangrillo, Ministro per la pubblica amministrazione, ha confermato nel suo messaggio videoregistrato (di cui riportiamo la trascrizione) che l’istituto del distacco porta benefici agli END ma soprattutto alle amministrazioni di provenienza. Il Sen. Zangrillo ha proposto di riprendere al rientro dalla pausa estiva e congiuntamente con Clenad Italia il Tavolo di raccordo istituiito presso il Dipartimento della Funzione Pubblica che aveva già visto una prima riunione nel settembre 2022. Il compito che lo attende è quello di stabilire le modalità di attuazione anche alla luce degli OdG approvati di recente da Camera e Senato.

L’Onorevole Isabella de Monte, Segretario della XIV Commissione Politiche UE della Camera dei Deputati è intervenuta in videoconferenza da Roma. L’Onorevole de Monte è stata riconosciuta dagli intervenuti come la forza propulsiva dietro l’Odg approvato dalla Camera dei Deputati il 6 giugno 2023 del quale è la prima firmataria. Fra le altre cose, l’Onorevole de Monte ha chiesto l’istituzionalizzazione del Clenad, che al momento è semplicemente una rete informale di funzionari distaccati.

Massimiliano Fedriga, Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e Presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome ha confermato il suo impegno in entrambe le funzioni a sostegno degli END e della loro valorizzazione, anche tramite progetti pilota. Il Presidente Fedriga ha anche chiesto con grande franchezza che a questo impegno corrisponda l’impegno degli esperti distaccati a tenere costantemente vivi i rapporti con le amministrazioni di provenienza e di non sparire nel nulla durante il periodo di distacco.

Ha quindi preso la parola Olga Simeon, Presidente entrante del Clenad Italia. Illustrando i contenuti del rapporto annuale, la Dott.ssa Simeon ha esortato gli autorevoli relatori presenti a cogliere la prima occasione possibile per tradurre in norma di legge l’OdG del 6 giugno. Il senso di questa richiesta è che, come dimostrano i passi avanti senza precedenti degli ultimi 18 mesi, il Clenad si è di fatto evoluto in una istituzione di fatto e come tale è stato considerato dai suoi interlocutori istituzionali – come ad esempio la Camera dei Deputati nel corso della audizione del 30 marzo. È quindi necessario questa evoluzione venga riconosciuta in modo formale ad esempio tramite la trasformazione di Clenad Italia in un Comitato. La Dott.ssa Simeon ha espresso soddisfazione per il favore con cui il Ministro Zangrillo e il Presidente Fedriga hanno accolto la proposta del Clenad Italia di accompagnare il distacco con un progetto “circolare” che individui obiettivi e percorsi di valorizzazione a monte del distacco e sia di incentivo per un rientro qualificante per l’amministrazione e per l’esperto.

Il Consigliere diplomatico Rozo Sordini ha confermato il pieno sostegno della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’Unione europea.

Il Min. Plen. Maurizio Canfora, Vice Direttore Generale e Direttore Centrale per l’Integrazione Europea della Direzione Generale per Europa e la Politica Commerciale Internazionale del MAECI e il Cons. Francesco Leone, Consigliere diplomatico del Ministro per la Pubblica Amministrazione hanno concluso i lavori in videoconferenza assicurando il loro impegno congiunto per tradurre in azioni concrete gli impegni che i ministri intervenuti si sono assunti nel corso dell’evento.

 

Foto 1: da sinistra: il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, il presidente uscente del Clenad Italia Giuseppe Stuppia e Olga Simeon presidente del Clenad Italia dal 6 luglio 2023

Foto 2: un momento dell'incontro a Bruxelles alla presenza del Governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga alla presenza di Pina Picierno (prima a destra) vice presidente del Parlamento europeo

Foto 3: Panoramica della sala Soares del Parlamento europeo in cui si è svolto l’evento 

 

Cosa hanno detto di noi

 

Comunicato stampa del Dipartimento Funzione Pubblica

 

 

Comunicato stampa della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

 

Post del Presidente di Clenad Italia

 

 

Post della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

 

              Articolo su “Il Piccolo” del 6 luglio 2023

 

La presentazione del rapporto annuale 2022-2023 del Clenad Italia si svolgerà il 5 luglio prossimo, presso il Parlamento europeo, nella sala “Altiero Spinelli 3G3” e avrà inizio alle ore 18,15.

All’evento interverrà in videoconferenza il Vicepresidente del Consiglio dei Ministri e Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Antonio Tajani. Il Ministro per la pubblica amministrazione Paolo Zangrillo interverrà con un messaggio videoregistrato.

Saranno presenti  la vicepresidente del Parlamento europeo onorevole Pina Picierno, l’ambasciatore Vincenzo Celeste, Rappresentante Permanente d’Italia presso l’Unione europea, e il Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Massimiliano Fedriga, anche Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia che ha gentilmente sostenuto le spese per la stampa del rapporto.

L’onorevole Isabella De Monte, Segretario della XIV Commissione Politiche UE della Camera dei Deputati; il Ministro Plenipotenziario Maurizio Canfora, Vice Direttore Generale e Direttore Centrale per l’Integrazione Europea della Direzione Generale per Europa e la Politica Commerciale Internazionale del MAECI; e il cons. Francesco Leone, consigliere diplomatico del Ministro per la pubblica amministrazione interverranno in videoconferenza.

PROGRAMMA

Ore 18:00

Registrazione partecipanti

Ore 18:15

Saluti introduttivi

On. Pina Picierno, Vicepresidente Parlamento europeo

Giuseppe Stuppia, Presidente Clenad

Ore 18:25

Interventi Onorevoli Antonio Tajani, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri, Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale (videoconferenza) | Paolo Zangrillo, Ministro per la pubblica amministrazione (messaggio videoregistrato)

Ore 18:40

Intervento on. Isabella de Monte, Segretario XIV Commissione Politiche UE, Camera (videoconferenza)

Ore 18:50

Intervento Massimiliano Fedriga, Presidente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, Presidente della Conferenza delle Regioni e Province autonome

Ore 19:00

Presentazione rapporto Clenad, Olga Simeon, Vicepresidente Clenad Italia

Ore 19:10

Interventi Amb. Vincenzo Celeste, Rappresentante Permanente d’Italia presso l’UE | Min. Plen. Maurizio Canfora, Vice Direttore Generale e Direttore Centrale per l’Integrazione Europea della Direzione Generale per Europa e la Politica Commerciale Internazionale del MAECI (videoconferenza) | Cons. Francesco Leone, Consigliere diplomatico del Ministro per la Pubblica Amministrazione (videoconferenza)

Ore 19:30

Dibattito e conclusioni

Per seguire da remoto l'evento basta registrarsi al seguente link e poi collegarsi qui

Mercoledì 5 luglio 2023, alle ore 18,15, presso la Sala  “Altiero Spinelli 3G3” del Parlamento europeo di Bruxelles si terrà la presentazione del rapporto di attività del Clenad Italia per il 2022-2023

Il 30 marzo 2023 il Clenad Italia è stato audito dalla Camera dei Deputati nell’ambito dell’esame della Comunicazione della Commissione europea “Applicare il diritto dell'Ue per un'Europa dei risultati”.

Il Presidente Giuseppe Stuppia è intervenuto in videoconferenza e ha portato all’attenzione dei deputati della Commissione Politiche UE l’importanza degli Esperti Nazionali Distaccati per una partecipazione sempre più attiva e responsabile dell’Italia alle politiche dell’Unione europea.

Il Presidente Stuppia ha richiamato le priorità su cui l’attuale direttivo del Clenad Italia sta lavorando. La valorizzazione dell’istituto del distacco è stata il centro della riflessione, come cardine attorno a cui sviluppare una serie di azioni che promuovano una più diffusa cultura amministrativa “europea”.

L’Italia dispone oggi di un robusto contingente di funzionari altamente specializzati distaccati presso le varie articolazioni dell’Unione europea (225 al 31 dicembre 2022): è una risorsa preziosa di cui la pubblica amministrazione italiana può avvalersi al termine del distacco per arricchire il tessuto e la classe dirigente dell’impiego pubblico e dare al Paese gli strumenti per essere protagonista in Europa.

Il Presidente Stuppia ha inoltre sottolineato che in assenza di una adeguata strategia di valorizzazione al termine del periodo di distacco, il rischio di fuga dei talenti e delle competenze dalla PA nazionale è purtroppo concreto. Ha ricordato che sempre più di frequente funzionari esperti non trovano nella PA italiana un adeguato riconoscimento delle professionalità acquisite al termine del loro distacco: anziché fare rientro all’ente di provenienza, molti esperti italiani accettano incarichi offerti loro da altri Paesi o dalle stesse istituzioni europee. Tale fenomeno, se associato alla generalizzata perdita di attrattività del lavoro nella PA, reca un potenziale pregiudizio all’evoluzione della funzione pubblica come leva strategica del Paese per l’attuazione delle politiche pubbliche.

Il Presidente Stuppia ha inoltre portato all’attenzione dei deputati della Commissione Politiche UE le proposte concrete già formulate dal Clenad Italia nell’ambito del dialogo costante con le amministrazioni centrali di riferimento. Tali proposte consistono in misure che possono essere introdotte fin da subito per incentivare il rientro, come premialitá nelle progressioni di carriera o un approccio progettuale a monte del percorso di distacco che indichi le prospettive di ricollocazione in organico come corollario del progetto; altre misure necessitano di interventi normativi su cui, ha concluso Stuppia, il Parlamento può dare un impulso fondamentale.

Non è mancato il supporto degli onorevoli presenti, Candiani (Relatore) e De Monte, che hanno peraltro invitato il Cleand a presentare delle memorie relativamente alle proposte avanzate, integrandole con buone pratiche tratte da altri Paesi a cui il Parlamento possa ispirarsi.

L’audizione è stata disposta nell’ambito della Comunicazione della Commissione europea al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni “Applicare il diritto dell’UE per un Europa dei risultati”, che avvia una più ampia riflessione sulla necessità di rafforzare il dialogo tra Europa e Sati membri; come ad esempio, nel prevenire le procedure di infrazione, fornendo strumenti e metodi per la precoce individuazione e risoluzione delle violazioni del diritto UE (ad esempio, nel sistema EU pilot).  

L'Assemblea generale svoltasi il 26 gennaio 2023 ha indicato - per consensus - i seguenti END quali componenti del direttivo 2023 del Clenad Italia:

 

Michelangelo La Tella - Frontex

Simone Calogero Marino - DG FISMA

Matteo Nocci - DG ECHO

Vito Pastore - ACER

Simona Pinto - DG TRADE

Irenella Sardone - DG COMM

Olga Simeon - DG COMP

Giuseppe Stuppia - Corte di Giustizia